cropped-eco_green_solidarity_1_icon.png

Caro/a azionista di Banca Valsabbina

marzo 8, 2017 / Comitato Soci Valsabbina / Comunicati stampa, News

Caro/a azionista di Banca Valsabbina,

ti contattiamo, tramite il sito www.comitatosocivalsabbina.it, per informarti sulle proposte che vorremmo formalizzare nelle prossime settimane per poi arrivare all’assemblea di approvazione del bilancio e rinnovo di parte del Consiglio di Amministrazione (presumibilmente fine aprile primi giorni di maggio) con un obiettivo chiaro e condiviso.

E’ evidente infatti che, malgrado le nostre sollecitazioni, questo CdiA non ha alcuna intenzione di convocare una specifica assemblea “programmatica” sulla situazione attuale e prospettica della Banca; nonostante tutto quello che è successo in questi 12 mesi si continua a far finta di niente, addebitando all’andamento del mercato (che certamente ha influenzato la situazione, ma che non è l’unica causa) anche responsabilità operative, gestionali e societarie proprie di Banca Valsabbina.

Dovremo quindi trovarci, come negli anni precedenti, nell’assemblea annuale di approvazione del bilancio (ineludibile per legge, in caso contrario chissà quando la prossima convocazione) carica di argomenti tecnici e quindi, giocoforza, riduttiva al massimo di un serio confronto fra i soci e gli amministratori.

Con una grande differenza: questa volta non potrà risolversi in pochi interventi critici e nella avvilente procedura di segnalazione dei voti dissonanti rispetto a quanto proposto dal CdiA e nell’elezione, per acclamazione, dei candidati proposti dal Consiglio.

Come Comitato abbiamo individuato una serie di argomenti sulla gestione, sui rapporti con il sistema bancario e finanziario e sul progetto di sviluppo della banca da sottoporre all’assemblea; ma sappiamo benissimo che questo non è e non sarà sufficiente. Questa Banca, o meglio i suoi amministratori ed i suoi dirigenti, hanno bisogno di uno stimolo forte e concreto per il cambiamento.

Dopo decenni in cui il ricambio degli amministratori avveniva solo per raggiunti limiti di età è arrivato il momento di cambiare metodo: infatti nell’assemblea di approvazione del bilancio sono in scadenza anche tre degli attuali dieci amministratori. Tra essi anche l’attuale Presidente che nel mese di settembre è stato “cooptato” in CdiA dagli altri consiglieri e poi immediatamente promosso alla massima carica con il voto dei soli nove soci che compongono il Consiglio.

Per chi abitualmente esamina gli statuti di piccole, medie e grandi società quello di VALSABBINA è particolarmente significativo per una serie di clausole, alcune veramente vessatorie come quella della scheda precompilata, che hanno un solo obiettivo: “blindare” il Consiglio di Amministrazione riconfermando di anno in anno (non a caso con il meccanismo del rinnovo solo parziale) gli stessi componenti.

Vero è che in assenza di un’alternativa anche un’assemblea fortemente irritata verso i vertici aziendali, come quella dell’aprile 2016, non può che riconfermare gli amministratori uscenti.

Per questo motivo è nostra intenzione presentare una lista alternativa che presenti, a nome di tutti i soci delusi da questa gestione, di esprimere in modo costruttivo e propositivo una forte istanza di cambiamento.

Per fare questo stiamo raccogliendo delle candidature che dovranno presentare, sia per serietà della proposta che per soddisfare i requisiti richiesti dagli Organi di Vigilanza sul sistema bancario in ordine alla corporate governance, un alto profilo di capacità personali e professionali, rappresentanza territoriale e garanzia di impegno nello sviluppo della banca.

Per una banca popolare che ha più di 40 mila soci non dovrebbe essere difficile individuare al suo interno delle risorse adeguate sia per capacità che per rappresentanza sia di genere (una gravissima mancanza in questa banca in cui la composizione di tutti gli organi di amministrazione e controllo è esclusivamente maschile).

Ed è per questo che chiediamo a tutti coloro che hanno aderito al Comitato di riflettere su questi temi e segnalarci le possibili candidature (integrate dai relativi curriculum personali e professionali) di possibili futuri amministratori della banca.

L’obiettivo è quello di raccogliere candidature adeguate per poi incontrarci, entro la fine di marzo, per discutere delle proposte del Comitato per la prossima assemblea e sottoscrivere la presentazione di una lista di amministratori espressione della richiesta di rinnovamento e partecipazione che abbiamo raccolto in questi mesi.

Inviate le Vostre proposte al nostro indirizzo email: info@comitatosocivalsabbina.it

Attendiamo riscontri e  vostre proposte, cordiali saluti.

 

Martedì, 08/03/2017

F.to Aurelio Bizioli – Giorgio Paris – Mariano Rainone – Gino Toffolo

3 thoughts on “Caro/a azionista di Banca Valsabbina

  • Buongiorno.
    Io non ho ancora letto da nessuna parte come fare per recuperare i soldi persi con le azioni. Si parla del futuro, ma a me come penso tanti altri, interessa molto di più sapere cosa è stato fatto, e cosa si pensa di fare, per riavere i soldi persi senza alcuna colpa nostra con le azioni della banca.

  • Con la presente propongo di coinvolgere pure noi soci della banca di storo fil.valsabbina.Io stesso posseggo 1500 AZ. e sono molto deluso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *